Rassegna stampa e testate giornalistiche

Il nuovo Umanesimo delle vacanze con le case d'artista sui Navigli

Dipinti ispirati a Alda Merini, Aida Cooper e Andrea Pinketts negli alloggi con vista sui luoghi culturali

ARTICOLO NAVIGLI VACANZE CASA

La rinascita dei Navigli passa anche attraverso la cultura, con il progetto delle case vacanze "in arte" dedicate alla poetessa Alda Merini, lo scrittore Andrea G. Pinketts e la cantante Aida Cooper. L'idea è venuta a Lorena Sambruna, che ha deciso di investire su una delle zone più suggestive di Milano, senza dimenticare che «una città è fatta anche delle parole scritte per raccontarla » , come ha affermato di recente l'assessore alla Cultura Filippo Del Corno.

«A breve — ha assicurato l'imprenditrice — abbiamo in programma di avviare altre tre location simili per l'accoglienza, in zona Brera, dedicate ai cantautori Giorgio Gaber ed Enzo Jannacci e alla ballerina Carla Fracci » . Nel frattempo, dall'inizio del 2019, i turisti hanno già la possibilità di pernottare in suggestive abitazioni all'interno delle storiche case di ringhiera, vegliati da affreschi raffiguranti le tre iconiche figure, dove è possibile trovare tutte le informazioni sulla loro storia, artistica e personale attraverso i Qr code.

« Per capire Milano bisogna tuffarvisi dentro, tuffarvisi non guardarla come un'opera d'arte » , scrisse il giornalista Guido Piovene. Quale miglior modo, se non quello di trascorrere qualche giorno nelle stesse atmosfere che contribuirono a ispirare i loro capolavori?

« Ho comprato questa casa sui Navigli molti anni fa, pagandola 600 mila lire. Qui sono nati i miei figli, perché allora cliniche non ce n'erano e si partoriva alla presenza dei vicini, ricoperte da tanti lenzuoli. Roba de matt a ripensarci» spiegò la Merini nella raccolta Canto Milano. Si riferiva all'abitazione di Ripa di Porta Ticinese dove, a pochi passi, si trova proprio l'alloggio a lei dedicato. Oppure poco più avanti, nel pieno della movida, i villeggianti potranno rivivere le ruggenti serate sul barcone " Le Scimmie" dominate dalla voce inconfondibile di Aida Cooper, tra le migliori espressioni blues femminili del nostro Paese, spesso a supporto di Loredana Bertè. Qui, ha raccontato la cantante, « nel 1985 con Mia Martini abbiamo occupato insieme una casa popolare, dopo aver avuto lo sfratto, e siamo rimaste un anno, finché ci hanno sbattute fuori. Quel periodo mi ha lasciato bei ricordi che custodisco gelosamente » . Per non parlare del fascino di Andrea G. Pinketts, scomparso di recente, che ancora aleggia intorno a piazza XXIV Maggio, nei dintorni del Trottoir — suo locale e seconda casa — che si scorge dalla finestra dell'altro appartamento. Chi vi alloggerà, avrà il privilegio di scoprire, con grande sorpresa, che a Milano c'è il mare, come scrisse ne " Il vizio dell'agnello" il grande autore noir: «È un mare di persone che, nascoste dall'oscurità, nuotano da un locale all'altro per pescare o per farsi pescare, un po' esche, un po' squali disinvolti e impacciati […] È un mare in cui potersi perdere se non ci fossero le luci dei locali aperti a farti da faro, se non ci fossero finestre illuminate anche in palazzi quasi completamente addormentati, come a dirti che a Milano le case dormono con un occhio solo. E poi ci sono i fari delle auto che dragano la città per mettere a fuoco una tentazione. I buchi dei dadi, dei proiettili, delle siringhe, delle narici da dove esce muco ed entra cocaina, i buchi del corpo umano eletti a custodi del piacere della carne».

Le opere sono realizzate per la maggior parte dall'artista Ivano Parolini e il progetto, visibile sul sito www. vacanzeinarte. it è stato selezionato tra le eccellenze del Nuovo Rinascimento, il movimento culturale che in questi anni sta diffondendo i valori di un nuovo Umanesimo in Italia, creando sinergie tra privati, istituzioni, enti e imprese, presieduto da Rosella Maspero e Davide Foschi. Quest'ultimo, si occuperà della curatela delle opere d'arte.

Fonte: La Repubblica - 23 Gennaio 2019
Visualizza l'articolo originale sul sito VISUALIZZA